PITTI IMMAGINE FILATI 91


La 91esima edizione di Pitti Filati si è conclusa pochi giorni fa con un bilancio superiore alle aspettative. Il ritorno nella suggestiva location della Fortezza da Basso, il flusso di persone, le nuove tendenze e la qualità degli espositori hanno reso questa edizione di Pitti Filati veramente speciale.  

“Il rientro in Fortezza da Basso […] ha dato ulteriore energia a questa ottima edizione di Pitti Filati sotto tutti i punti di vista. Non è solo una questione dei numeri riferiti alla presenza dei compratori, che pure in un resoconto finale sono i primi ad accendere l'attenzione - soprattutto quando si tratta dei migliori maglifici internazionali e degli uffici stile delle maison di moda più importanti nel mondo. E' piuttosto un concerto di elementi: a partire dalla qualità delle collezioni e delle materie prime, per finire al grado di innovazione tecnologica e stilistica e alla capacità di visione sulla moda che sarà tra un anno e mezzo. C'è da restare sinceramente ammirati nel pensare a quanti e quali investimenti - in macchine, ricerca, persone, idee - stiano dietro a quanto abbiamo visto negli spazi dei nostri espositori...” ha dichiarato Raffaello Napoleone, AD di Pitti Immagine. 

Grazie ancora a tutti coloro che sono passati e che hanno collaborato alla riuscita di questo evento.  

Per questa edizione, Filmar ha presentato la collezione autunno/inverno 23-24 che, nel solco della tradizione, sostiene il pianeta, le persone e la prosperità condivisa. Una collezione di fili di altissima qualità, eleganti e preziosi che mischiano la morbidezza del caldo cotone con la raffinatezza delle fibre di cashmere e lana, tra cui spiccano i filati Wooly, Makò Cashmere, Cotton Cashmere.  

Scopri il nuovo book A/I 2023-2024