Cutting Through


L’idea del superamento del convenzionale diviene oggetto di tesi da parte della studentessa Irene Sassaro della Scuola di Design del Politecnico di Milano.

Un progetto di tesi che ha preso ispirazione dai temi dell’arte spazialista dell’androginia e che la studentessa ha poi ritrovato nello stile aggressivo e unconventional della cantante Grace Jones degli anni 70-80. La cantante si è rivelata una musa ispiratrice per la creazione di una collezione interamente progettata per esprimere l’idea di superamento dell’arte bidimensionale così come quella di un abbigliamento legato a un genere stereotipato, in questo caso quello femminile. Si tratta dunque di creazioni spazialiste che giocano sull’alternarsi dell’elemento classico maschile con uno femminile più violento e aggressivo. Capi realizzati con filato Filoscozia® e il 100% cotone Egitto di Filmar capaci di dare struttura e linearità ad una collezione che esprime una forte coesistenza di differenti identità di genere.